CALL FOR ARTIST – VISIONI DIGITALI

L’associazione FUCO – Fucina Contemporanea lancia una call to artist con scadenza domenica 21 luglio 2019 per la partecipazione alla III Edizione del Festival multidisciplinare RONZII – Arte in Subbuglio che si svolgerà il 25 e 26 Ottobre a Pisa nell’incantevole cornice della Stazione Leopolda.

Il tema delineato per quest’anno è visioni digitali, una sfida tanto avvincente quanto complessa; una scelta scaturita dal periodo storico in cui viviamo ed agiamo, attraversato da una pluralità di arti visive diverse fra loro e da nuovi ed inediti modi di fruizione delle stesse.

Ed è proprio il concetto dell’Io fra visioni reali e digitali il tema portante della call for artist, rivolta agli artisti europei senza alcun limite d’età e di nazionalità, che sarà il centro focale dell’evento attorno a cui ruoteranno una serie di aspetti connessi, in uno spirito di dialogo fra le varie arti che caratterizza da sempre l’associazione FUCO.

L’obbiettivo del festival è indagare il campo della cultura digitale, della musica e delle arti elettroniche, e aprire prospettive di arricchimento della ricettività e della partecipazione attiva degli spettatori ai nuovi linguaggi artistici.

La call è suddivisa in tre sezioni:

  • Visual Art: Fotografia, Grafica, Illustrazione, Pittura, Scultura e Video Arte
  • Digital Art: Video Installazioni; Light art, Video Mapping, Projection Mapping, Installazioni luminose, realtà aumentata, realtà virtuale.
  • Digital Performance: Musica, Video Teatro e Live Media Performance

Per le sezioni Digital Art e Digital Performance ogni artista è tenuto a presentare un budget economico per la realizzazione dell’opera e del suo allestimento o della performance. Per maggiori specifiche consultare il bando.

(N.B. FUCO – Fucina Contemporanea è un’associazione giovane composta da studenti ed ex studenti universitari. Il budget è limitato non saranno quindi prese in considerazione le attività proposte che presentano un budget alto o oneroso.)

Le attività sono svolte grazie al prezioso contributo dell’Università di Pisa e del DSU Toscana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

quindici − dieci =

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: